Nuovi risultati record per il fotovoltaico in perovskite: + 25,8% di efficienza

nuovo record fotovoltaico perovskiteIl merito di nuovi risultati record per l’efficienza del fotovoltaico è di un team di ricercatori della Corea del Sud. Apportando modifiche all’architettura cellulare del fotovoltaico, gli scienziati, guidati dal professor Sang Il Seokha, sono riusciti ad ottenere un’elevata resa dalle celle solari raggiungendo un’efficienza di conversione della luce in elettricità pari al 25,8%.

L’elevata resa è stata ottenuta grazie all’aggiunta di un nuovo materiale all’interno della cella solare: la perovskite.

Fotovoltaico con celle solari in perovskite

Che cos’è la perovskite e come funziona

La perovskite è un minerale costituito da titanato di calcio e il nome indica cristalli opachi di forma cubica. Tra le diverse proprietà fisiche di questo materiale, spicca la sua peculiarità di essere un ottimo conduttore. Questa caratteristica rende la perovskite utilizzabile nelle nuove tecnologie relative alle energie rinnovabili e quindi al fotovoltaico. La composizione chimica della perovskite le permette una grande capacità di assorbire la luce. Dunque rispetto ai pannelli solari in silicio, attualmente utilizzati, le celle fotovoltaiche con questo materiale mostrano un maggior accumulo di energia.

Risultati record per il fotovoltaico in perovskite

Il fotovoltaico in perovskite segna un nuovo record mondiale.

Il team di scienziati è riuscito a portare le celle solari del fotovoltaico in perovskite inorganiche ad un‘efficienza campione di 16,1 per cento (quasi 3 punti percentuali sopra la media del settore) e ad una resa certificata del 15,6 per cento. Si tratta dei valori più alti mai registrati per questa tecnologia.

Il fotovoltaico del futuro a costi ancora più ridotti.

Oggi la struttura delle celle solari di un impianto fotovoltaico è interamente fatta di silicio, questo comporta costi di produzione ancora relativamente alti causati dalla relativa scarsità di questo materiale oltre al complesso metodo di fabbricazione che esso impone nella creazione dei pannelli fotovoltaici.

Con la perovskite i costi di produzione potrebbero essere notevolmente inferiori per 3 motivi principali:

  1. abbondanza dei materiali attivi e
  2. un metodo di fabbricazione a basse temperature quindi più semplice
  3. è estendibile su larga scala.

Se la perovskite potesse effettivamente abbattere così tanto i costi di produzione del fotovoltaico, secondo il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti l’energia così prodotta potrebbe competere con quella derivata dai combustibili fossili. Questo comporterebbe una diffusione esponenziale delle energie rinnovabili con conseguente impatto positivo sull’ambiente e sulla qualità della vita dell’uomo.

Si sta combattendo una vera e propria battaglia per la salvaguardia dell’ambiente e il fotovoltaico non è più considerato solo un modo per abbattere le bollette ma una realtà consolidata che garantisce benefici ambientali alle generazioni future.

Vuoi saperne di più sul fotovoltaico? Chiedi ai nostri esperti che ti daranno informazioni utili per realizzare il fotovoltaico a casa tua e come puoi installarlo a costo zero grazie al Superbonus 110%