La smart home varrà 120 mld di dollari nel 2022

Il termine Smart Home è diventato di uso assai comune e molti, ormai, sono i device che quotidianamente ci aiutano a rendere la nostra casa sempre più domotica e intelligente. Basti pensare alla diffusione delle lampade comandate attraverso le app, ai sistemi di allarmi elettronici o alle telecamere con connessione Wi-Fi che ci aiutano a sorvegliare la casa durante la nostra assenza.

Una diffusione che ha portato anche problemi di sicurezza mondiale, perché tutti questi device sono costantemente collegati alla rete e possono essere utilizzati dagli hacker informatici per sferrare attacchi via internet.

Da un whitepaper pubblicato dalla Gsma (GSM Association) insieme con Z-Wave Alliance, dal titolo “Smart home strategies that pay off: Takeaways from examples of early success for telcos and service providers”, si evince che, mentre l’adozione da parte dei consumatori di prodotti e servizi per la casa intelligente è cresciuta costantemente in tutto il mondo, per ora da parte del mercato di massa non si è ancora vista una vera massiccia adozione.

Le stime suggeriscono che le entrate, derivanti dal mercato globale delle case intelligenti, potrebbero valere fino a 121,73 miliardi di dollari entro il 2022.

Il Nord America detiene la quota maggiore del mercato; e si intravede ancora ampio spazio per un’ulteriore crescita. Gli Stati Uniti hanno registrato una sostanziale crescita anno su anno del numero di case collegate e questo dovrebbe continuare.

L’Europa sta seguendo il Nord America, come anche la regione Asia-Pacifico (APAC), e vedranno una significativa crescita nei prossimi anni, tanto che il mercato europeo delle case intelligenti raggiungerà i 15,28 miliardi di dollari entro il 2020, mentre l’APAC un valore di 9,28 miliardi di dollari, sempre entro il 2020.

Tuttavia, fattori come i progressi nella tecnologia Internet of Things (IoT), una maggiore accessibilità, una crescente consapevolezza dei casi e dei vantaggi legati all’uso domestico e le preoccupazioni sul consumo energetico, sulla sicurezza e sull’invecchiamento della popolazione ci stanno avvicinando al punto critico.

Il mercato della Smart Home offrirà un’opportunità per una gamma di fornitori di servizi come società di sicurezza, compagnie telefoniche o compagnie di assicurazioni, che condividono una serie di caratteristiche cruciali, tra cui una relazione consolidata con una vasta base di clienti, la reputazione del marchio di lunga data e la fiducia dei consumatori.

Il whitepaper, infine, sottolinea come coloro che capiranno e offriranno la giusta proposta per i propri clienti saranno in grado di creare ulteriori opportunità di guadagno e riusciranno ad incentivare, per un periodo prolungato, la fidelizzazione dei clienti

Da questi dati si capisce come la Smart Home sarà una grande occasione per il futuro, in quanto diventerà sempre più presente nel mercato di massa, portando, per molti settori economici, una sostanziosa opportunità di business.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento